Tu sei qui: Portale Uffici e Moduli Anagrafe

Anagrafe

A) DOCUMENTO DI IDENTITA'
 

1) che cosa serve per ottenere la carta di identità

per i maggiorenni:
- il documento scaduto (se in possesso)
- tre foto a capo scoperto - scatto recente - in bianco e nero o a colori
- € 5,42.= per diritti di rilascio

per i minorenni:
- il documento scaduto (se in possesso)
- tre foto a capo scoperto - scatto recente - in bianco e nero o a colori
- € 5,42.= per diritti di rilascio
- il consenso dei genitori (muniti di documenti di identità) o del tutore, che devono sottoscrivere apposita dichiarazione.

Ai sensi della circolare n. 7/2012 del Ministero dell'Interno a garanzia dei minori che intendono espatriare, è necessario, anche in presenz aid figli minori conviventi con uno solo dei genitori o di figli legittimi affidati ad uno solo dei genitori separati, ottenere l'assenso di entrambi i genitori.

La carta di identità può essere rinnovata sei mesi prima della scadenza naturale.

Per i maggiorenni, in base alle nuove disposizioni emanate dal D.L. 112 del 25.06.2008, la validità della Carta di Identità è di 10 anni. Tale scadenza si applica anche alle carte di identità in corso di validità alla data di entrata in vigore della presente Legge, apponendo un timbro di proroga da parte del Comune.

N.B. = per l'espatrio, il Ministero dell'Interno, con circ.n.23/2012, poichè molti Paesi non consentono l'accesso ai viaggiatori in possesso di Carta di Identità con proroga, ha suggerito l'emissione di una nuova carta di identità.

Per i minorenni, in base alla circolare n. 15/2011 emanata dal Ministero dell'Interno, la validità del documento si articola nel seguente modo:
- per i minori di anni 3 = validità 3 anni
- per minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni = validità 5 anni

La carta di identità dovrà riportare la firma del titolare che abbia compiuto 12 anni, nonchè l'impronta digitale (dal 01.01.2013). Per il minore di anni 14, l'uso della Carta di Identità ai fini dell'espatrio è subordinata alla condizione che il minore viaggi in compagni di uno dei genitori o di chi ne fà le veci, o  che venga menzionato, (su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla questura o dalle autorità consolari) il nome della persona, dell'Ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato.

Le nuove disposizioni relative al rilascio e alla durata di validità del documento ai minori, si applicano anche alle carte di identità non valide per l'espatrio rilasciate ai cittadini stranieri.

2) smarrimento o furto della carta di identità

- richiedere allo sportello del Comune il numero della carta di identità smarrita e la data del rilascio
- recarsi al Comando dei Carabinieri, Polizia di Stato o Comando Vigili Urbani
- ritornare allo sportello del Comune e presentare copia della denuncia + 3 foto a capo scoperto + € 10,58 per diritti di rilascio e duplicazione.

3) deterioramento del documento

presentarsi allo sportello del Comune con il documento deteriorato + 3 foto recenti + € 10,58 per diritti. Per i residenti fuori Comune (in caso di effettiva necessità) occorre richiedere il nulla osta al Comune di residenza + 3 foto a capo scoperto di scatto recente + € 5,42.=

 


B) AUTENTICA DELLA FIRMA

Le autentiche di firma servono a comprovare che la firma è stata apposta dal dichiarante in presenza del pubblico ufficiale incaricato all'autentica.

La firma può essere autenticata in qualsiasi Comune, non necessariamente in quello di residenza.

L'autentica di firma può essere redatta anche da un notaio - cancelliere - segretario comunale.

Presso l'Ufficio Anagrafe può essere autenticata la firma su dichiarazioni di stati o fatti di cui la persona è a conoscenza se richieste da privati.

Le stesse dichiarazioni rivolte a Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblico servizio non richiedono più l'autentica di firma, in questo caso è possibile apporre la propria firma direttamente dinanzi all'impiegato addetto a ricevere la documentazione oppure inviarla via posta o fax con allegata la fotocopia di documento di identità valido.

E' inoltre possibile autenticare la firma anche su deleghe per la riscossione della pensione o dei ratei di pensione maturati e non riscossi anche se rivolte a Pubblica Amministrazione.

ufficio di riferimento: Ufficio anagrafe

costo del procedimento:
Autentiche in carta semplice: € 0,26
Autentiche in bollo: € 14,62 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria
riferimenti normativi:
- D.P.R. 28.12.2000 n°445 testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa
- D.P.R. 26.10.1972 n° 642
 


C) ISCRIZIONE ANAGRAFICA - CAMBIO DI ABITAZIONE  - NUOVE MODALITA' OPERATIVE

dal 09.05.2012, con l'entrata in vigore del D.L. n.5/2012 del 09.02.2012, convertito in Legge n.35 del 04.04.2012, cambiano le modalità di iscrizione anagrafica e di cambio di abitazione nell'ambito del Comune.

Il richiedente, per sè e per i propri familiari, dovrà presentarsi allo sportello dell'Anagrafe e compilare il modulo unico "Dichiarazione di Residenza" (scaricabile anche da questo sito) che potrà essere anche inviato per raccomandata, per fax o per via telematica agli indirizzi di seguito elencati.

Questa possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:
a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale
b) che l'autore si identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque, con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione
c) che la dicharazione sia trasmessa attraverso casella di posta elettronica certificata del richiedente, sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento di identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.
Il cittadino, proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.
Il cittadino di Stato non appartenente all'Unione Europea, deve allegare la documentazione comprovante la regolarità del soggiorno in Italia.
Il cittadino di Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione prevsta dal D.Lgs 30/2007.
Il richiedente deve compilare il modulo per sèì e per le persone sulle quali esercita la podestà o la tutela.

indirizzi e-mail:

anagrafe@comune.sestoeduniti.cr.it

statocivile@comune.sestoeduniti.cr.it

sestoeduniti@postemailcertificata.it

modulo dichiarazione di residenza

 
D) CERTIFICATI ANAGRAFICI

I certificati anagrafici sono rilasciati dall'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza e attestano le risultanze delle iscrizioni della popolazione residente (APR) e degli italiani residenti all'estero (AIRE).

I certificati anagrafici sono i seguenti:
- certificato di stato di famiglia
- certificato di residenza
- certificato di cittadinanza
- certificato di stato libero
- certificato di esistenza in vita
- certificato anagrafico di nascita
- certificato di iscrizione all'AIRE

i certificati anagrafici sono validi per 6 mesi.

Hanno invece validità illimitati i certificati non soggetti a modificazione (es. certificato anagrafico di nascita)

Se il certificato deve essere presentato ad una Pubblica Amministrazione o ad un gestore di pubblico servizio dovrà essere obbligatoriamente sostituito da un'autocertificazione.

chi può chiedere i certificati
Il certificato di residenza e di stato di famiglia, possono essere rilasciati a chiunque ne faccia richiesta (comma 1 - art. 33 - DPR 223/1985).
Gli altri certificati possono essere richiesti solamente se non vi ostano particolari motivi (comma 2 - art.33 - DPR 223/1985).

NB : I certificati devono essere rilasciati in bollo sin dall'origine (DPR 642/72) per cui il bollo è la regola, mentre la "carta semplice" è l'eccezione (pena l'evasione del tributo di bollo).
L'utilizzo di certificati rilasciati in esenzione da bolli e spese per fini diversi da quelli indicati sul certificato è una violazione della normativa fiscale vigente.
L'art. 22 del DPR 26/10/1972 n.642, stabilisce che sono SOLIDAMENTE OBBLIGATI al pagamento dell'imposta e delle eventuali soprattasse e pene pecuniarie, tutti i soggetti che hanno sottoscritto, ricevuto, accettato o negoziato, atti e documenti non in regola con l'imposta di bollo.
La responsabilità per il mancato pagamento del bollo, ricade sul richidente su chi ha firmato l'atto e sul funzionario ricevente che non provvede a trasmettere l'atto irregolare all'Ufficio del Registro.
Facendo l'autocertificazione invece, l'imposta di bollo non è dovuta.
I certificati anagrafici sono, di norma, rilasciati in bollo     (€ 14,62) tranne nei casi di esenzione.

Azioni sul documento
« dicembre 2019 »
dicembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031